Il nome di questa zona costiera è legato alla presenza del popolo degli Etruschi, che qui abitarono già a partire dal IX secolo a.C., come dimostrano i diversi insediamenti visibili ancora oggi.
Nel Parco Archeologico di Baratti e Populonia, nell’area del Golfo di Baratti, tra San Vincenzo e Piombino, si trovano le testimonianze più significative della colonizzazione di queste terre da parte degli Etruschi. Non dimenticate di visitare Populonia Alta, un meraviglioso borgo costruito dagli Etruschi sulla cima di una collina affacciata sul Golfo di Baratti, primo ed unico esempio di città costiera etrusca.

L’Ambito Territoriale Omogeneo (ATO), di cui alla legge regionale n.24 del 18/05/2018 che ha integrato il Testo Unico in materia di turismo, con la definizione degli Ambiti Territoriali Omogenei, come strumento ottimale di organizzazione turistica, denominato Costa degli Etruschi comprende i comuni di Bibbona, Campiglia Marittima, Casale Marittimo, Castagneto Carducci, Castellina Marittima, Cecina, Guardistallo, Montescudaio, Piombino, Riparbella, Rosignano MArittimo, San Vincenzo, Santa Luce, Sassetta, Suvereto.

La Costa degli Etruschi comprende le aree archeologiche e naturalistiche dei Parchi della Val di Cornia, di cui fanno parte il Parco Archeologico di Baratti e Populonia ed i Parchi Costieri di Rimigliano e della Sterpaia.

Qui sorge il Promontorio di Piombino che costituisce il confine tra il Mar Ligure ed il Mar Tirreno.

Ed il tratto di mare che separa il Promontorio di Piombino dall’Isola d’Elba e’ chiamato Canale di Piombino.